ASS. caARTEiv

 

 

Simona Bellone pres. caARTEiv

 

 

Viaggio Poetico - Simona Bellone

 

Articoli caARTEiv News

 

In Arte caARTEiv News Magazine

 

Giornalino Storico caARTEiv

 

Omaggio ai Cantautori

 

MUSICA

 

Arte in creazione

Mostre Arte in Tour Collettive

 

ARTE

 

Due passi nell'arte con...

Arte in onda - Parola d'Autore

 

 LETTERATURA

 

Pausa caffè l'Autore

 

SPETTACOLO

 

Cara vecchia Cartolina

 

STORIA

 

Dialetto e Antichi Mestieri

 

ATTUALITÀ

 

Culturando Informando Arte

 

LIGURIA

 

Poetando Val Bormida dal 1998Arte e Storia - Val Bormida

 

 

Concorsi artistici caARTEiv dal 1998

 

 

Viaggio Poetico - Simona Bellone

 

caARTEiv on Facebook

 

ARTISTI BANDO Concorsi Mostre

 

Giornalino Storico caARTEiv

 

FESTIVAL caARTEiv delle ARTIMostre Arte in Tour Collettive

Poetando Val Bormida dal 1998

 

Due passi nell'Arte con...

Cara vecchia CartolinaPausa caffè d'Autore

Arte in Onda - Parola D'Autore

 

Culturando Informando Arte

Arte e Storia - Val Bormida

Dialetto e Antichi Mestieri

 

 Omaggio ai Cantautori

Arte in creazioneViaggio Poetico - Simona Bellone

 

In Arte caARTEiv News Magazine

 

Risultati Foto Articoli Concorsi

MURALE LETTERARIO

 

ALBO D'ORO Poesie Racconti Haiku

ALBO D'ORO LIBRI EDITI

CROCI Cavaliere e Memoria

 

Concertisti caARTEiv

 

CARTOLINE Riofreddo

CARTOLINE Velieri Poesie Marinaio 2008

CARTOLINE Velieri Poesie Marinaio 2010

 

 sito caARTEiv

sala caARTEiv

 

Riofreddo di Murialdo Millesimo

Cengio Alto prof. Renato Pancini   

Siti d'Arte amici

Ass. R.Aiolfi SV Ass. Alias AustraliaAss. Zacem SVA Storia SVLa Compagnia

 

Ass. Volontariato Millesimo

AVIS MILLESIMO

 

 

dizionario dei

 

 

sentimenti

 

programma televisivo di

 

Franco Simone

 

Artisti internazionali d.o.c.

 

 

NEWS on FACEBOOK

 

 

Giornalino Storico Simona Bellone

 

 

TOP PAGE caARTEiv

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ASS. caARTEiv

 

 

All News on caARTEiv

 

 

Viaggio Poetico - Simona Bellone

 

Articoli caARTEiv News

 

In Arte caARTEiv News Magazine

 

Giornalino Storico Simona Bellone

 

Omaggio ai Cantautori

 

MUSICA

 

Arte in creazione

Mostre Arte in Tour Collettive

 

ARTE

 

Due passi nell'arte con...

Arte in onda - Parola d'Autore

 

LETTERATURA

 

Pausa caffè l'Autore

 

SPETTACOLO

 

Cara vecchia Cartolina

 

STORIA

 

Dialetto e Antichi Mestieri

 

ATTUALITÀ

 

Culturando Informando Arte

 

LIGURIA

 

Poetando Val Bormida dal 1998Arte e Storia - Val Bormida

 

 

Simona Bellone in arte dal 1978

 

 

Viaggio Poetico - Simona Bellone

 

caARTEiv on Facebook

 

Giornalino Storico caARTEiv

 

In Arte caARTEiv News Magazine

 

FESTIVAL caARTEiv delle ARTI

Mostre Arte in Tour CollettivePoetando Val Bormida dal 1998

 

Due passi nell'Arte con...

Cara vecchia CartolinaPausa caffè l'Autore

Arte in Onda - Parola D'Autore

 

Culturando Informando ArteArte e Storia - Val Bormida

Dialetto e Antichi Mestieri

 

Omaggio ai CantautoriArte in creazione

Viaggio Poetico - Simona Bellone

 

Giornalino Storico Simona Bellone

 

pres.SIMONA BELLONE

Ceramiche  Quadri

Mostre Premi Foto Opere Articoli

Libro Genealogia Bellone

Libro VAL BORMIDA  Libro poesie

 Libro Vittorio Centurione Scotto

 

CARTOLINE Riofreddo

Video Rai   Libro Riofreddo 

MURALE LETTERARIO  MUSEO

CARTOLINE Velieri Poesie Marinaio 2008

CARTOLINE Velieri Poesie Marinaio 2010

 

 sito caARTEiv

sala caARTEiv

Buon compleanno Millesimo

Buon compleanno caARTEiv

Lory / SimonaPappagallo Lory

News Web Computer Grafica  Curiosità MUSICACuriosità Natura

 

 

dizionario dei

 

 

sentimenti

 

programma televisivo di

 

Franco Simone

 

Artisti internazionali d.o.c.

 

 

NEWS on FACEBOOK

 

 

Giornalino Storico caARTEiv

 

 

TOP PAGE caARTEiv

 

 

Ass. culturale caARTEiv - MillesimoSavona - Liguria - Italia - Europa

ARTISTI

    

 Arti  letterarie     arti  figurative     arti  audiovisivE

                      

-Poeti        Scrittori  -  Pittori      Scultori   Artigiani Modellatori

                                   

  Artigiani Ricamatori    Arte Moda    Fotografi     Arte Grafica     Arte PerformativA

                

  Cantanti         Musicisti         Danzatori         Attori         Registi

 

Libro Vittorio Centurione Scotto

 

News Libri

Vendita in esclusiva della vera storia documentata

con 1500 foto e giornali d'epoca (mai pubblicata)

su Vittorio Centurione Scotto e sua famiglia nobiliare genovese,

con la storia del Monastero S.Stefano

ex Castello Centurione di Millesimo

(Savona - Liguria - Italia - Europa)

2 Libri Storici e 1 Romanzo sui Centurione Scotto di Simona Bellone

(con 7 omaggi) - ed.ne caARTEiv 2018 

https://www.ebay.it/itm/Libri-Storia-Romanzo-2018-Capitano-Regia-Aeronautica-Vittorio-Centurione-Scotto/173575145950

(Per Acquisti dei singoli volumi separati, contattare l'autrice 

simona.bellone@gmail.com )

 

Il Castello Centurione a Millesimo (Savona)

Una scultura per Vittorio Centurione Scotto

Concorso Internazionale

            La caARTEiv propone al pubblico un concorso artistico riservato agli scultori di ogni nazionalità, senza limite di età, sesso, razza e religione, per realizzare un busto in metallo o marmo (o similari materiali resistenti e compatti, adatti anche ad esposizione esterna), che raffiguri il busto di Vittorio Centurione Scotto, da collocare in sede permanente a Millesimo (Savona).

            Unici requisiti sono: la dimensione che non deve superare 70 cm. d'altezza e 40 cm. di diametro, la somiglianza al volto di Vittorio Centurione Scotto e il riferimento all'Aeronautica. E' prevista una quota d’iscrizione di 10 Euro, da inviare con il bozzetto della proposta con curriculum autore entro il 31 dicembre 2018 a: ass.ne culturale caARTEiv p.zza Italia 5 - 17017 Millesimo (Savona).

            La quota servirà a sovvenzionare la pubblicazione di tutti i bozzetti pervenuti con curriculum autori, in ringraziamento per la partecipazione in ricordo dello stimato aviatore. Un'apposita giuria qualificata sceglierà l'opera più meritevole, che dovrà essere realizzata dall'autore prescelto, entro la quarta domenica del mese di settembre 2019, in commemorazione pubblica con le autorità in Millesimo (Savona).

            Altre informazioni in merito si possono richiedere con mail simona.bellone@gmail.com di Simona Bellone autrice dei due libri storici e romanzo sul capitano della Regia Aeronautica Vittorio Centurione Scotto, sua famiglia nobiliare, nonché la storia del Monastero S.Stefano ed ex Castello Centurione. Gli sviluppi dell’iniziativa resteranno in permanenza consultabili sul sito www.caarteiv.it 

 

Vendita Libri Storici e Romanzo sui Centurione Scotto di Simona Bellone

ed.ne caARTEiv 2018 :
***
"Un grande amore con le ali - Vittorio Centurione Scotto
capitano Regia Aeronautica - L'eroe dimenticato"

- Volume I - 21X30 - 208 pagg. 3 colore 
(615 foto e documenti storici) - Euro 25,00
***
"La famiglia di Vittorio Centurione Scotto
Marchesi e Principi al Castello Centurione di Millesimo (Savona)"

Volume II - 21X30 - 314 pagg. 54 colore 
(885 foto e documenti storici) - Euro 35,00
***
"Un grande amore con le ali 
Vittorio Centurione Scotto - capitano Regia aeronautica

L'eroe dimenticato" - Romanzo - 16X22,5 
59 pagg. 1 colore (5 foto) - Euro 10,00

 

Omaggio agli Acquisti Libri di:
3 cartoline Castello Centurione
(I diversa x ogni Volume)
e 4 ceramiche in miniatura:
Aquila Regia Aeronautica (x I volume)
S.Giorgio a cavallo che uccide il drago
(x II Volume)
Veliero Regia Marina (x Romanzo)
Ciondolo Idrovolante Macchi 39
(x 3 volumi insieme)

 

 

Domenica 23 Settembre 2018

 

Presentazione Libri Storici di

Simona Bellone

Appuntamento ore 17.00

 

al Castello Centurione - Monastero S.Stefano

Prenotazione cena h 19:30

Relais del Monastero tel. 338 9978395

 

 

Volume I 21X30 . pagg 208 -  3 pagg colore - Euro 25,00

(615 foto e documenti storici)

 ISBN 978-88-97187-13-4

 Patamu n° registrazione copyright: 89810

“Un grande amore con le ali”

Vittorio Centurione Scotto

cap. Regia Aeronautica

l’eroe dimenticato

di Simona Bellone

 Indice.

1 - Infanzia

2 - Equitazione

3 - Regia Marina

4 - Regia Aeronautica

5 - Il Ricordo

6 - Vita privata

7 - Le Sedute Spiritiche

8 - Liala e Pietro Sordi

 

 

Volume II 21X30 - pagg 314 - 54 pagg colore -  Euro 35,00

(885 foto e documenti storici)

 ISBN 978-88-97187-14-1

 Patamu n° registrazione copyright: 90079

“La Famiglia di Vittorio

Centurione Scotto”

Marchesi e Principi

al Castello Centurione

di Millesimo

(Savona)

di Simona Bellone

 Indice:

1 - Nobiltà Araldica Genealogia

2 - Carlo Centurione Scotto

3 - Maria Luisa Cattaneo Di Belforte

4 - Giacomo Centurione Scotto

5 - Teresa Calleri in Centurione Scotto

6 - Monastero S.Stefano

7 - Castello Centurione 

8 - Vita al Castello Centurione 

9 - Cappella San Giacomo

 

 

Romanzo – 16X22,5 – 59 pagg. 1 colore (5 foto) Euro 10,00

 ISBN 978-88-97187-33-2

 Patamu n° registrazione copyright: 90630

“Un grande amore con le ali

Vittorio Centurione Scotto

capitano Regia aeronautica

L’eroe dimenticato”

di Simona Bellone

dedicato alla madre di Vittorio Centurione Scotto

per un film… (in preparazione altri volumi per uno sceneggiato…)

Indice:

1 – Care fresche dolci terre (il castello di Millesimo)

2 – L’artista in politica (marchese Carlo)

3 – La nobiltà d’animo (marchesa Luisa)

4 – Nel cuore e nell’anima (l’amore per Vittorio)

5 – L’ala spezzata (morte di Vittorio)

6 – Il tavolino a tre gambe (alla ricerca del passato) 

7– Quei 17 scalini (dramma dell’assenza)

8 – Dall’idillio al dramma (la partenza)      

 

Modalità di Vendita:
ASSOCIAZIONE CULTURALE CAARTEIV
IBAN: IT 45 M 03425 49440 000100116578
BIC: AZZBITT1
Banco Azzoaglio filiale di Millesimo SV

- Postepay Simona Bellone 4023 6009 3404 9133

Avvisare via mail per il pagamento effettuato con proprio recapito per la spedizione: simona.bellone@gmail.com

Ritiro in sede caARTEiv p.zza Italia 5
17017 Millesimo (Savona)

o spedizione a domicilio a Euro 10,00 fino a 10kg. per Italia
(9 libri = 3 acquisti dei 3 volumi insieme)

(Per acquisti superiori e all'estero, prego scrivere a simona.bellone@gmail.com per calcolo costo spese di spedizione)

Il Castello Centurione a Millesimo (Savona)

 

News libro su Vittorio Centurione Scotto

e Marchesi Centurione al Castello di Millesimo (SV)

ricerca storica e redazione a cura di

Simona Bellone

 “Un grande amore con le ali

capitano della regia aeronautica

Vittorio Centurione Scotto

l’eroe dimenticato”

 

Appuntamento al parco del Monastero Santo Stefano

ex Castello Centurione

 domenica 23 settembre 2018 h 17:00

 

Prevendita libro A4 con oltre 500 fotogrammi d'epoca in bianco e nero Euro 25,00:

 ASSOCIAZIONE CULTURALE CAARTEIV

 IBAN: IT  45  M  03425  49440  000100116578

 BIC: AZZBITT1

 Banco Azzoaglio filiale di Millesimo SV

 - Paypal simona.bellone@gmail.com
 - Postepay Simona Bellone 4023 6009 3404 9133
 - Western Union Bellone Simona ITALIA

 (inviare copia con n° transazione simona.bellone@gmail.com )

 

Approfondimenti e Prevendita alla pagina dedicata

al capitano della Regia Aeronautica

Vittorio Centurione Scotto

 

Aggiornamento al 10/10/2018

 

Una scultura per Vittorio Centurione Scotto

Concorso Internazionale

            La caARTEiv propone al pubblico un concorso artistico riservato agli scultori di ogni nazionalità, senza limite di età, sesso, razza e religione, per realizzare un busto in metallo o marmo (o similari materiali resistenti e compatti, adatti anche ad esposizione esterna), che raffiguri il busto di Vittorio Centurione Scotto, da collocare in sede permanente a Millesimo (Savona).

            Unici requisiti sono: la dimensione che non deve superare 70 cm. d'altezza e 40 cm. di diametro, la somiglianza al volto di Vittorio Centurione Scotto e il riferimento all'Aeronautica. E' prevista una quota d’iscrizione di 10 Euro, da inviare con il bozzetto della proposta con curriculum autore entro il 31 dicembre 2018 a: ass.ne culturale caARTEiv p.zza Italia 5 - 17017 Millesimo (Savona).

            La quota servirà a sovvenzionare la pubblicazione di tutti i bozzetti pervenuti con curriculum autori, in ringraziamento per la partecipazione in ricordo dello stimato aviatore. Un'apposita giuria qualificata sceglierà l'opera più meritevole, che dovrà essere realizzata dall'autore prescelto, entro la quarta domenica del mese di settembre 2019, in commemorazione pubblica con le autorità in Millesimo (Savona).

            Altre informazioni in merito si possono richiedere con mail simona.bellone@gmail.com di Simona Bellone autrice dei due libri storici e romanzo sul capitano della Regia Aeronautica Vittorio Centurione Scotto, sua famiglia nobiliare, nonché la storia del Monastero S.Stefano ed ex Castello Centurione. Gli sviluppi dell’iniziativa resteranno in permanenza consultabili sul sito www.caarteiv.it 

 

Aggiornamento al 24/09/2018

La manifestazione del  Festival  Caarteiv delle arti 2018 con la presentazione in anteprima dei libri storici e romanzo su Vittorio Centurione Scotto e famiglia nobiliare, si è svolta ieri domenica 23 settembre, alla presenza del sindaco Pietro Pizzorno e dei proprietari Bruno, all’ex Castello Centurione, Monastero S.Stefano.  (Segue l’elenco dei primi premi degli artisti Vincitori nelle relative sezioni dei concorsi.)

Si ringraziano la “Trattoria Nazionale” per il “Pranzo degli artisti” e il Relais del Monastero per la “Cena dei Centurione”. La mostra di Flavia Cantini di Cairo M.tte con “Impressioni di Liguria” e Simona Trevisani di Rimini con “Grafic Art”, proseguirà in sede caARTEiv, insieme con la mostra pittorica permanente di Simona Bellone di Millesimo in omaggio ai 18 Comuni dell’ex Comunità Montana “Alta Val Bormida”.

I tre libri sui marchesi e principi genovesi Centurione Scotto, (a tiratura limitata fino ad esaurimento scorte), saranno in esclusiva disponibili in sede caARTEiv in piazza Italia 5, apertura 9:00-11:00 16:00-19:00 (domenica apertura a richiesta simona.bellone@gmail.com - ore pasti al 019 565277). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito caarteiv www.caarteiv.it

 

-Volume I

 pagg 208 - 21X30

“Un grande amore con le ali

Vittorio Centurione Scotto cap. Regia Aeronautica l’eroe dimenticato”

-

(cap. 1 Infanzia 2 Equitazione 3 Regia Marina 4 Regia Aeronautica 5 Il Ricordo 6 Vita privata 7 Le Sedute Spiritiche 8 Liala e Pietro Sordi)

 

-Volume II

 pagg 314 - 21X30

“La Famiglia di Vittorio Centurione Scotto

Marchesi e Principi al Castello Centurione di Millesimo (Savona)”

-

(1 Nobiltà Araldica Genealogia 2 Carlo Centurione Scotto 3 Maria Luisa Cattaneo Di Belforte 4 Giacomo Centurione Scotto 5 Teresa Calleri in Centurione Scotto 6 Monastero S.Stefano 7 Castello Centurione  8 Vita al Castello Centurione  9 Cappella San Giacomo)

 

-il Romanzo

 pagg. 59 16x22,5

“Un grande amore con le ali”

-

Dedicato alla madre di Vittorio Centurione Scotto.

 

Il proposito dell’artista Simona Bellone è che la figura eroica del capitano Vittorio Centurione Scotto deceduto nel lago di Varese in allenamento coppa Schneider il 21/9/1926, diventi un film con lo bellissimo scenario del Castello appartenuto alla sua nobile famiglia genovese per oltre 100 anni (con colonna sonora “Ti sento” di Franco Simone, con la partecipazione del “soprano degli Oscar” Rita Cammarano e del tenore internazionale Gianluca Paganelli

"Ti sento / Quando il silenzio poi si fa lamento / Quando l'acqua per tristezza è pianto / Io ti sento..." 

©Franco Simone).

 

Sono in progettazione altri volumi del romanzo sempre a cura di Simona Bellone, perché ne venga tratto anche uno sceneggiato televisivo, ambientato a Millesimo, Cairo M.tte, Genova, La Spezia, Varese, Milano, Olanda, Ancona, Livorno, Manfredonia e Roma per le carriere di Vittorio e del padre Carlo e le avventure delle loro famiglie, nonché Millesimo, Londra e Parigi per le famose sedute spiritiche.

 

Aggiornamento al 23/09/2018

Domenica 23 settembre, Millesimo festeggia l’arte e commemora la storia, con la premiazione del Festival caARTEiv delle Arti  e la presentazione dei libri storici sul capitano della Regia Aeronautica Vittorio Centurione Scotto e famiglia dei Marchesi e Principi al Castello Centurione Scotto (l’aviatore venne a mancare il 21 settembre 1926).

Il programma inizia con il Pranzo degli Artisti alla Trattoria Nazionale, per poi proseguire con i festeggiamenti con la premiazione dei vincitori e lettura dei componimenti premiati alle 15:30 nella Sala Consiliare del Comune di Millesimo. Verrà anche allestita una mostra in memoria agli artisti caARTEiv tra i quali i pittori Walter Allemani e Severino Gagliardo, le poetesse Caterina Salvo e Rina Rossotti, nonché la mostra della filmaker fotografa Flavia Cantini di Cairo M.tte con “Impressioni di Liguria” e la poetessa Simona Trevisani di Rimini, con il progetto “Grafic Art”: l’esposizione Artistica Caarteiv sarà aperta dal 23 al 30 settembre con orario 9:00-12:00 16:00-19:00, nella Sala della Cultura d’Autore.

La votazione web degli artisti, per il “FetivalArtino” si protrarrà sino alla mezzanotte del 22 settembre, visionando i “video lettura” nel sito caarteiv italia https://www.youtube.com/user/caarteivitalia

La seconda parte della giornata proseguirà alle 17:00 al Castello Centurione Monastero S.Stefano per la presentazione dei libri di Simona Bellone, con oltre mille fotografie restaurate e documenti storici:

-Volume I pagg 208 - 21X30 “Un grande amore con le ali - Vittorio Centurione Scotto cap. Regia Aeronautica l’eroe dimenticato” (cap. 1 Infanzia 2 Equitazione 3 Regia Marina 4 Regia Aeronautica 5 Il Ricordo 6 Vita privata 7 Le Sedute Spiritiche 8 Liala e Pietro Sordi)

-Volume II pagg 314 - 21X30 “La Famiglia di Vittorio Centurione Scotto - Marchesi e Principi al Castello Centurione di Millesimo (Savona) (1 Nobiltà Araldica Genealogia 2 Carlo Centurione Scotto 3 Maria Luisa Cattaneo Di Belforte 4 Giacomo Centurione Scotto 5 Teresa Calleri in Centurione Scotto 6 Monastero S.Stefano 7 Castello Centurione  8 Vita al Castello Centurione  9 Cappella San Giacomo)

-il Romanzo di Simona Bellone : “Un grande amore con le ali” dedicato alla madre di Vittorio Centurione Scotto.

Seguirà il concerto di Fulvio Semenza che “cantautorando” presenterà i suoi album “Un po’ più in la” e “Castello di Carte”, con una sorpresa in omaggio a Vittorio Centurione Scotto con Simona Bellone, con brani di Fabrizio De Andrè e Franco Simone.

Per chi lo desidera, dopo la visita al Chiostro del secolo XIII, la Chiesa del sec. XVII, il Ristorante con gli affreschi del 1910, la serata si concluderà con la cena al “Relais del Monastero”, (appena riaperto al pubblico venerdì scorso, dopo l’incendio di un anno fa).

Ulteriori informazioni al sito caarteiv: www.caarteiv.it o in richiesta a simona.bellone@gmail.com o raggiungendo la sede in piazza Italia 5 a Millesimo 9:00-11:00 - 16:00-19:00.

 

Aggiornamento al 27/09/2018

 

Fervono i preparativi per la commemorazione millesimese del capitano della regia aeronautica Vittorio Centurione Scotto, a cura della caARTEiv, e si rende noto che la cerimonia di presentazione del libro “Un grande amore con le ali” a cura di Simona Bellone, è posticipata al 23 settembre 2018, presso l’ex Castello Centurione, (Monastero Santo Stefano) di Millesimo (SV).

Il lavoro di ricerca storica e di elaborazione grafica delle numerose foto d’epoca, ha richiesto più tempo del previsto, ma in contempo, l’ardua impresa arricchita da preziose testimonianze liguri, si concretizzerà in un libro che si potrà denominare “del secolo”. La pubblicazione  abbraccerà numerosi argomenti oltre la marina, l’aviazione, l’equitazione, la I guerra mondiale, la politica, il volontariato, l’economia, l’arte, … perché attraverso la storia dei nobili genovesi Centurione Scotto, verranno analizzati il XIX e XX secolo, come nessuno aveva mai intrapreso prima.

 

Grazie alle foto d’epoca ancor oggi in buona conservazione, (rimaste sempre in una dimora sulle alture di Millesimo in attesa che Simona Bellone le rivalutasse), la nobiltà che fu per loro un baluardo di agiatezza e rispettosa generosità, è per i tempi moderni un’opportunità di studio analitico della società italiana remota, attraverso una documentazione mai pubblicata in precedenza.

 

Attraverso la passione per la fotografia  e la carriera sportiva di Vittorio Centurione Scotto, e dell’accurata catalogazione della madre Luisa Cattaneo Di Belforte, nonché della perspicace ristrutturazione del Monastero voluta dal deputato artista e cavallerizzo Carlo Centurione Scotto,  a cura dell’architetto Gino Coppedè, sono così consacrati ai posteri  gli ultimi fasti memorabili della nobiltà genovese d’un epoca monarchica d’elite. 

 

Attraverso  i ricordi di questa nobile famiglia, proprietaria del castello da circa 125 anni, è stato in ultimo possibile completare il tassello di storia millesimese, che dopo la ritirata di Napoleone Bonaparte dal Monastero di S. Stefano, fino alla vigilia della II guerra mondiale, fu lasciato nell’oblio.

 

Saranno svelati i nomi dei due pittori genovesi, incaricati dal Coppedè, i quali curarono gli affreschi interni ed esterni del castello nel 1909, ricchi di simboli esoterici, massonici, celtici, araldici e religiosi, nonché l’etimologia delle scritte in latino sulla facciata (soprattutto la riscoperta di quella a destra che non si legge più), appurando che oltre alla politica, i coniugi Centurione Scotto erano molto colti ed appassionati di teatro.

 

Inoltre, riguardo al protagonista del libro, Vittorio, oltre al militare e sportivo, sarà possibile ammirare molteplici foto che lo ritraggono come un bel “Valentino” ligure, ed accertare (con testimonianze millesimesi, foto e capelli autentici di Vittorio conservati dalla madre Luisa nell’album di foto) che Liala, la famosa scrittrice lombarda, non lo conobbe mai, come invece da lei ribadito con molte “contraddizioni” in numerose interviste giornalistiche, fra le quali una celebre a cura della Rai nel 1974 (concessione teche).

 

Sarà anche strabiliante appurare l’esistenza di alcuni scatti fotografici che ritraggono insieme con altri ufficiali a Sesto Calende (Varese), i due aviatori protagonisti nei racconti di Liala: Vittorio Centurione Scotto, (l’amante idilliaco mai conosciuto dal vivo, citato solo dal 1948) e Pietro Sordi (l’amante vero e compagno per oltre 18 anni e fonte delle nozioni d’aeronautica nei suoi romanzi rosa, protagonista nella sua vita dopo il marito Pompeo Cambiasi).

 

Ogni argomento verrà sviscerato ed approfondito con documenti ed articoli giornalistici, perché la storia vera rimanga ai posteri, dopo tante romanze inventate o ipotizzate dalle fans “lianine”, in mancanza dei protagonisti e di una pubblicazione storica per i posteri.

 

Augurando buona attesa a tutti, si ricorda che il libro (in tiratura limitata), è già possibile prenotarlo come indicato nel sito caarteiv,  http://www.caarteiv.it/VittorioCenturioneScottoLiala.htm  e alla mail simona.bellone@gmail.com

 

Il 23 settembre coinciderà con la premiazione del Festival caARTEiv delle arti 2018 alle 15:00 nella Sala Consiliare del Comune di Millesimo e l’inaugurazione della mostra, e ne seguirà l’invito ufficiale dettagliato con la programmazione della cerimonia commemorativa e la presentazione del libro sui Centurione Scotto nell’omonimo Castello dalle 17:00, il quale verrà reso noto a settembre, e sarà possibile anche cenare e soggiornare presso il relais del Monastero.

 

Grazie per l’attenzione

Simona Bellone

Pres. caARTEiv

 

Rassegna Stampa:

 

***

CaARTEiv lancia il concorso riservato agli scultori di ogni nazionalità – Savonanews.it 7/10/2018 http://www.savonanews.it/2018/10/07/leggi-notizia/argomenti/eventi-spettacoli/articolo/caarteiv-lancia-il-concorso-riservato-agli-scultori-di-ogni-nazionalita.html

Millesimo, caARTEiv lancia un concorso per scultori per realizzare un busto di Vittorio Centurione Scotto – IVG 7/10/18 http://www.ivg.it/2018/10/millesimo-caarteiv-lancia-un-concorso-per-scultori-per-realizzare-un-busto-di-vittorio-centurione-scotto/

CaARTEiv lancia il concorso riservato agli scultori di ogni nazionalità – Il Nazionale 7/10/18 http://www.ilnazionale.it/2018/10/07/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/caarteiv-lancia-il-concorso-riservato-agli-scultori-di-ogni-nazionalita.html

Millesimo: al via un concorso per creare un busto che raffiguri Vittorio Centurione Scotto - RSVN 8/10/18 http://www.rsvn.it/rsvn/2018/10/08/settori/cultura-spettacoli/milessimo-al-via-un-concorso-per-creare-un-busto-che-raffiguri-vittorio-centurione-scotto/

Promosso dalla caARTEiv di Millesimo #concorso #scultura #VittorioCenturioneScotto – Settimanale L’Ancora 10/10/18 https://www.settimanalelancora.it/2018/10/10/promosso-dalla-caarteiv-di-millesimo/

Simona Bellone propone un concorso artistico #scultura #concorso #VittorioCenturioneScotto – L’eco di Savona – 11/10/2018 http://www.ecodisavona.it/simona-bellone-propone-un-concorso-artistico/ 

Concorso di scultura per il busto di Vittorio Centurione Scotto – L’Unione Monregalese 39 10/10/2018 pag27

 

Centurione Scotto, la gara per un busto dell’eroe dell’aria – Secolo XIX 11/10/18 pag32

 

***

 

Festival caARTEiv delle Arti e Libri Vittorio Centurione Scotto – Savonanews.it 17/9/18 http://www.savonanews.it/2018/09/17/leggi-notizia/argomenti/eventi-spettacoli/articolo/festival-caarteiv-delle-arti-e-libri-vittorio-centurione-scotto.html

Festival caARTEiv delle Arti e Libri Vittorio Centurione Scotto – #IlNazionale 17/9/18 Ilnazionale.it http://www.ilnazionale.it/2018/09/17/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/festival-caarteiv-delle-arti-e-libri-vittorio-centurione-scotto.html

Premiazione Festival caARTEiv e Presentazione Libri su Vittorio Centurione IVG 17/9/18 http://www.ivg.it/evento/premiazione-festival-caarteiv-e-presentazione-libri-su-vittorio-centurione/

Millesimo: domenica 23 in primo piano #EcoDiSavona 19/09/2018 http://www.ecodisavona.it/millesimo-domenica-23-in-primo-piano/

A Millesimo si festeggia l’arte e si commemora la storia – L’Unione Monregalese n36 19/9/18 p29

 

Millesimo. Domenica premiazione del Festival caARTEiv delle Arti e presentazione libri storici del capitano Vittorio Centurione Scotto #Liguria2000news 21/9/18 http://www.liguria2000news.com/millesimo-domenica-premiazione-del-festival-caarteiv-delle-arti-e-presentazione-libri-storici-del-capitano-vittorio-centurione-scotto.html

Presentazione del Festival delle Arti e omaggio al capitano Centurione Scotto – Secolo XIX 23/9/2018

Millesimo, si è conclusa la manifestazione del  Festival  Caarteiv delle arti 2018 – RSVN 24/9/18 http://www.rsvn.it/rsvn/2018/09/24/settori/cultura-spettacoli/millesimo-si-e-conclusa-la-manifestazione-del-festival-caarteiv-delle-arti-2018/ 

Caarteiv presenta a Millesimo i libri e i romanzi su Vittorio Centurione Scotto – Savonanews 24/9/18 Savonanews.it http://www.savonanews.it/2018/09/24/mobile/leggi-notizia/argomenti/eventi-spettacoli/articolo/caarteiv-presenta-a-millesimo-i-libri-e-i-romanzi-su-vittorio-centurione-scotto.html

CaARTEiv presenta a Millesimo i libri e i romanzi su Vittorio Centurione Scotto – Il Nazionale 24/9/18 http://www.ilnazionale.it/2018/09/24/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/caarteiv-presenta-a-millesimo-i-libri-e-i-romanzi-su-vittorio-centurione-scotto.html 

Millesimo, successo di pubblico per la premiazione del Festival caARTEiv – IVG – 25/9/18 http://www.ivg.it/2018/09/millesimo-successo-di-pubblico-per-la-premiazione-del-festival-caarteiv/

Millesimo, concluso il Festival Caarteiv delle arti 2018 – L’Ancora 26/9/2018 https://www.settimanalelancora.it/2018/09/26/millesimo-concluso-il-festival-caarteiv-delle-arti-2018/ 

Presentato il libro dedicato a Vittorio Centurione Scotto – L’Unione Monregalese n37 26/9/18 p31

 

Manifestazione Caarteiv di Millesimo: evento culturale e di amicizia - L'eco di Savona

 28/09/2018 http://www.ecodisavona.it/manifestazione-caarteiv-di-millesimo-evento-culturale-e-di-amicizia/ 

 

***

 

Millesimo: fervono i preparativi per la commemorazione del capitano Vittorio Centurione Scotto - Savonanews.it 23/7/18 http://www.savonanews.it/2018/07/23/leggi-notizia/argomenti/eventi-spettacoli/articolo/millesimo-fervono-i-preparativi-per-la-commemorazione-del-capitano-vittorio-centurione-scotto.html
 

Millesimo. Posticipata al 23 settembre la presentazione del libro “Un grande amore con le ali” di Simona Bellone - Liguria2000news 27/07/2018 http://www.liguria2000news.com/millesimo-posticipata-al-23-settembre-la-presentazione-del-libro-“un-grande-amore-con-le-ali”-di-simona-bellone.html
 

Millesimo commemora il capitano Vittorio Centurione Scotto - IVG 27/07/2018  http://www.ivg.it/evento/millesimo-commemora-il-capitano-vittorio-centurione-scotto/

 

La saga dei Centurione… - L'eco di Savona 28/07/2018 http://www.ecodisavona.it/la-saga-dei-centurione/

 

A Millesimo, presentazione del libro fotografico su Vittorio Centurione Scotto - #LAncora1/9/18

 https://www.settimanalelancora.it/2018/09/01/a-millesimo-presentazione-del-libro-fotografico-su-vittorio-centurione-scotto/

 

Millesimo: "Un grande amore con le ali" a cura di Simona Bellone

#Senzafine 11/9/18

http://www.senzafine.info/2018/09/millesimo-un-grande-amore-con-le-ali.html

 

***

 

Il ricordo del capitano Vittorio Centurione Scotto in libro firmato da Simona Bellone

Savonanews.it  17/4/2018 http://www.savonanews.it/2018/04/17/leggi-notizia/argomenti/val-bormida/articolo/il-ricordo-del-capitano-vittorio-centurione-scotto-in-libro-firmato-da-simona-bellone.html  

 

Manifestazioni caARTEiv 2018, un libro su Vittorio Centurione Scotto al Castello di Millesimo

IVG 17/4/18 http://www.ivg.it/2018/04/manifestazioni-caarteiv-2018-un-libro-vittorio-centurione-scotto-marchesi-al-castello-millesimo/ 

 

Eventi culturali in Valbormida promossi da CaARTEiv

L’Eco di Savona 18/4/18 http://www.ecodisavona.it/eventi-culturali-in-valbormida-promossi-da-caarteiv/

 

I concorsi, le iniziative e le mostre 2018 della caARTEiv di Simona Bellone

L'Ancora 18/4/2018 https://www.settimanalelancora.it/?p=15405

 

L'Unione Monregalese - n°16 del 18/04/2018 p32

 

Un grande amore con le ali: Vittorio Centurione Scotto, l’eroe dimenticato

Liguria2000news 2/5/2018 http://www.liguria2000news.com/un-grande-amore-con-le-ali-vittorio-centurione-scotto-l%E2%80%99eroe-dimenticato.html  


Un grande amore con le ali capitano della regia aeronautica Vittorio Centurione Scotto l’eroe dimenticato di SIMONA BELLONE

Blog Senza Fine 6/5/18 http://www.senzafine.info/2018/05/un-grande-amore-con-le-ali-capitano.html

 

 

Aggiornamento al 17/04/2018

 

La caARTEiv rinnovando l’invito a partecipare ai concorsi, mostre e concerti del “Festival caARTEiv delle Arti” 2018 con scadenza 30 aprile, preannuncia che dedica le manifestazioni di quest’anno dal 23 al 30 settembre, presso la Sala Consiliare e la Saletta d'Autore del Comune di Millesimo (SV) ad una Collettiva d'Arte contemporanea con gli artisti: filmaker Flavia Cantini di Cairo M.tte (fotografia), poetessa Simona Trevisani di Rimini (grafica in cartolina), cantautore Fulvio Semenza di “Nessuna Interferenza” di Segno (SV) (musica), con la Storia d'Autore in Vetrina in memoria degli artisti caARTEiv dei pittori Walter Allemani di Savona e Gagliardo Severino di Carcare, e le poetesse Salvo Caterina di Caragna e Rina Rossotti di Barbassiria di Calizzano (SV), nonché con l’Omaggio alla Val Bormida a cura dell’artista Simona Bellone (poesia storia ceramica quadri).

 

Domenica 23 sttembre al parco del Monastero Santo Stefano (ex Castello Centurione) il posto d’onore sarà invece riservato ad un eroe, non solo caro alla Val Bormida e a Genova, ma anche al mondo intero, il capitano della Regia Aeronautica marchese Vittorio Centurione Scotto, narrato oniricamente e consacrato nei romanzi rosa di Liala.

Il suo ricordo, a cura di Simona Bellone, verrà suggellato in un libro intitolato

 “Un grande amore con le ali

capitano della regia aeronautica

Vittorio Centurione Scotto

l’eroe dimenticato”

ricco di fotografie autentiche della sua nobile famiglia Centurione Scotto, nonché giornali e documenti d’epoca reperiti e catalogati dopo un’accurata ricerca, presso enti pubblici e privati e collezionisti, per un totale che supera i 500 fotogrammi in un emozionante bianco e nero, per un rigoroso e dovuto ritratto storico.

 

Viene così approfondito il suo percorso professionale in equitazione, marina ed aviazione e la sua intimità personale, di figlio adorato e ragazzo amato nel vigore della sua bellezza e virtù sportiva stimata, in qualità di eroe da record, che ha lasciato la vita terrena prematuramente, e della vita della sua famiglia nobiliare che nell’omonimo castello di Millesimo ha lasciato tracce memorabili per circa 40 anni.

 

Erano tempi in cui si inneggiava in corteo alla vittoria per l’elezione alla Camera dei Deputati del marchese Carlo Centurione Scotto suo padre, anche ottimo artista e pluripremiato cavallerizzo, così: “Con un piede sul binario ed uno sul vagone Viva Viva Centurione” inneggiando per la partenza del treno che lo avrebbe condotto a Roma per rappresentare il collegio di Cairo Montenotte.

 

Millesimo soprattutto durante le domeniche estive poteva ammirare la carrozza dei Centurione Scotto trainata da 4 cavalli, per condurre tutta la famiglia dal loro Castello alla Parrocchia della Visitazione di Maria per assistere alle funzioni religiose, nonché essere partecipe delle sedute spiritiche dal 1927 al 1929 che il padre diresse per avere un contatto con il compianto figlio.

 

Una epopea fantastica impreziosita di vestiti e cappelli rinomati con carrozze lussuose, in cui faceva da padrona svettante al cielo e sgargiante di colori la torre Coppedè che il marchese aveva commissionato al famoso architetto fiorentino, per trasformare l’antico monastero di Santo Stefano in un vero e fastoso castello a tutti gli effetti, con tanto di blasoni affreschi interni ed esterni, ed arredi d’eccezionale valore e bellezza.

 

Il libro “a tutto tondo”, quindi, in memoria di Vittorio, è in fase di ultimazione in questa primavera, ricordando anche la sua generosa madre marchesa Maria Luisa Cattaneo Di Belforte, delegata delle “piccole italiane”, che non si riprese mai emotivamente, disperata dal dolore per la prematura dipartita del suo amato primogenito, in allenamento coppa Schneider con l’idrovolante Macchi 39, precipitato nel lago di Varese il 21 settembre 1926.

 

Tale pubblicazione, non ha solo lo scopo di valorizzare ed immortalare ai posteri la sua carriera professionale, ma anche quello di far mantenere le promesse mancate del Comune di Millesimo che avrebbe dovuto intitolargli i giardini con delibera del 1984, (a cura del commendatore Roberto Botto) e il Comune di Genova che non ultimò mai la realizzazione di un aeroporto in suo onore nel 1938 (attestazione dell’aeronautica militare di promessa alla marchesa).

 

Il libro sarà impreziosito dalle interviste all’ultima millesimese centenaria vivente che conobbe Vittorio, e di un suo nipote Centurione Scotto, nonché verrà svelato l’arcano degli amori di Vittorio, il principe azzurro estasiato nei romanzi rosa di Liala, la quale per oltre mezzo secolo ha taciuto che il suo grande amore fu l’aviatore Pietro Sordi, dopo il marito Pompeo Cambiasi.

 

Una parte del libro verrà inoltre dedicata ad un breve romanzo, non per emulare il frasario idilliaco ormai anacronistico di Liala, ma per raccontare come sarebbero andate le cose, in base a testimonianze e foto di colleghi aviatori e familiari dello stimato Vittorio, il quale in un secolo è diventato il principe azzurro sorridente adorato dalle donne di ogni parte del mondo.

 

Tutti i millesimesi e i valbormidesi d.o.c. ricorderanno certamente i propri nonni e bisnonni narrare degli aneddoti circa questa rinomata famiglia, stimata ed ammirata, per episodi in qualità di loro servitù, o di vita mondana, o per le sedute spiritiche per tentare di avere un messaggio dalla sua anima ultraterrena. Sono quindi invitati a partecipare con il proprio contributo memoriale o di foto collezionate, entro il 31 maggio 2018, contattando la scrittrice Simona Bellone, la quale li ringrazierà meticolosamente per iscritto nel libro (recapiti 019 565277 simona.bellone@gmail.com o presso la sede caarteiv in piazza Italia 5 a Millesimo (SV) apertura giornaliera 9:30-11:00 15:30-18:00 ).

 

Si ricorda che la tiratura dell’opera letteraria e fotografica di grande formato A4 è limitata, e chi volesse prenotarne una copia, può effettuare un bonifico di euro 25,00 (precisando nella causale “libro Vittorio Centurione Scotto”, e alla sopracitata mail i propri recapiti), al c/c del Banco Azzoaglio di Millesimo intestato a ASSOCIAZIONE CULTURALE CAARTEIV con IBAN n° IT  45  M  03425  49440  000100116578 -

 BIC: AZZBITT1

o con un versamento postepay a Simona Bellone al n° 4023 6009 3404 9133 (sono graditi contributi e donazioni, da enti pubblici e privati, per compartecipazione alle spese tipografiche).

 

A tutti gli estimatori che prenoteranno il libro di Simona Bellone verrà comunicato un coupon intestato via mail, o consegnato a mano, per ritirare non solo il libro storico, ma anche una cartolina commemorativa 2018 di Vittorio Centurione Scotto e dell’omonimo castello millesimese, e una miniatura in ceramica dedicata all’aviazione, da collezionare, disponibili dal 23 settembre 2018, durante le manifestazioni caARTEiv presso il Comune di Millesimo, nel quale edificio si auspica che venga dedicata un luogo espositivo permanente in sua memoria, (libro in vendita esclusiva presso la sede caarteiv in piazza Italia 5 a Millesimo - Savona).

 

Facsimile coupon per prenotazione libro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Verranno confermati in seguito i dettagli della cerimonia di presentazione del libro per domenica 23 settembre (per chi non potesse essere presente alla cerimonia di presentazione è pregato di versare ulteriori 10 euro per farsi recapitare il libro raccomandato con corriere al proprio domicilio). Altri aggiornamenti ed informazioni si potranno leggere a queste pagine web: http://www.caarteiv.it/VittorioCenturioneScottoLiala.htm - www.simonabellone.it

 

*** 

L’autrice Simona Bellone, oltre a destreggiarsi dalla tenera età di 9 anni in poesia, pittura, fotografia e ceramica, con mostre, estemporanee, pubblicazioni, recensioni, video ed organizzazione di concorsi ed eventi culturali, fondando due associazioni culturali ed un museo, non è alle prime armi con la storia valbormidese e mondiale, ma è al suo terzo libro storico nel 2018 con Vittorio Centurione Scotto.

Incominciò dapprima nel 1998 con la pubblicazione della storia, di 300 anni circa, del paese paterno Riofreddo una piccola Inghilterra nel cuore dell’Alta Val Bormida” (Murialdo - SV) Riofreddo, una piccola Inghilterra nel cuore dell'Alta Val Bormida - di Simona Bellone 1998 , con circa 500 foto e documenti storici che documentano la vita religiosa e rurale dei residenti, i quali videro la nascita dell’ultima “Ferriera” dei Grimaldi di Genova acquisita dagli Olivieri del Sassello.

In seguito nel 2009 ricostruì in modo certosino e curò la stesura della sua Genealogia Bellone Genealogia Bellone - Simona Bellone - Millesimo - Savona - Liguria - Europa - Italia risalente al 1400 ai Conti di Castagneto Po con stemmi nobiliari e ramificazioni europee ed emigrazioni mondiali, passando per i reali Bellonidi di Spagna fino al conte Bellone di Carcassonne, per risalire al titolo onorifico “Bellone”, quale sacerdozio per la dea “Bellona” in Comana Pontica, conferito dalla repubblica romana ai valorosi guerrieri Re del Ponto Mitridate VI e Re della Cappadocia Archelao III (attuale Turchia), oltre 2000 anni orsono. www.caarteiv.it

***

Simona Bellone

pres. caarteiv

 

 

www.concorsiletterari.net/rassegna-stampa/23-settembre-2018-millesimo-sv-presentazione-libro-su-vittorio-centurione-scotto-e-marchesi-al-castello/

 

 

UN GRANDE AMORE CON LE ALI
 

Breve riassunto delle vite di Vittorio Centurione Scotto e Liala,

d'ispirazione al romanzo storico:

una grande storia d'amore che meriterebbe anche un film

... e la colonna sonora potrebbe iniziare con queste parole:

"Ti sento 
Quando il silenzio poi si fa lamento
Quando l'acqua per tristezza è pianto
Io ti sento..."  - Franco Simone

 

 

In preparazione il romanzo storico in Omaggio al Capitano della Regia Aeronautica

marchese VITTORIO CENTURIONE SCOTTO

Genova 7 maggio 1900 - Varese 21 settembre 1926

per una grande storia d'amore che meriterebbe anche un film...

 

News 2018

 

Da intense ricerche fra testimonianze e foto,

pare che Vittorio avesse altri amori...

ma anche Liala tacque al mondo un amato aviatore

con cui visse dopo il marito...

e solo dopo la separazione incominciò a parlare del compianto marchese...

il libro non parlerà della vita di Liala,

ma analizzerà la vera storia e vi stupirà...

 

Premessa:

Il romanzo storico in fase di stesura, non vuole emulare la carriera della scrittrice Liala,

o ripetere a fiaba angelica stile "telefoni bianchi", la versione dei fatti presunti 

circa la celebre storia d'amore con il capitano Vittorio Centurione Scotto, dal 1924 al 1926,

anno in cui perì in allenamento coppa Schneider precipitando nel lago di Varese. 

   Fu in effetti un idilliaco racconto che la sola famosa scrittrice Liala rese pubblico,

e solo a partire dagli anni '50, quando lasciò l'aviatore Piero Sordi,

con il quale visse veramente 18 anni con le sue due figlie, dopo il matrimonio fallimentare,

mai annullato, con il Marchese Pompeo Cambiaso.

Oltre a non essere mai stata pubblicata alcuna foto o corrispondenza di Liala con il giovane Centurione,

e a non esistere alcuna testimonianza in merito di colleghi aviatori, nonché familiari dei nobili marchesi,

è noto anche che le figlie di Liala, ancelle che custodiscono ciecamente la sua memoria e verità letteraria,

cercarono di bloccare la pubblicazione sulla vera storia d'amore con Piero Sordi.

   L'intenso lavoro di ricerca, alla luce di questi "curiosi" particolari,

si è concretizzato cercando invece di analizzare

ogni documentazione ufficiale attinta da archivi pubblici, 

per comprendere come in realtà andarono i fatti, con analisi psicologica dei protagonisti, 

per lasciarne verità storica ai posteri con una perplessità:

 

Amalia visse davvero

questa nobile passione

o è stata solo

un abile spunto letterario fantasioso

per la celebrità?

 

   A seguire, potete leggere un breve riassunto di ciò che Liala dichiarò al mondo

tramite tre dei suoi romanzi ed interviste in articoli di stampa nel corso della sua lunga vita,

mentre per la famiglia dei Marchesi Centurione è la vera e tragica storia,

che ancor oggi suggestiona con un alone di mistero circondato 

da presenze occulte al Castello omonimo, nella cittadina di Millesimo,

uno dei Borghi più belli d'Italia.

 

***

P.S. Per numerosi impegni non rispondo alle singole mail e lettere private

che mi richiedono quando sarà pubblicato il libro,

o di avere materiale da collezionismo o di conoscere anteprime in merito,

ma aggiorno la presente pagina e facebook caARTEiv, appena ci saranno novità,

in attesa di contributi e collaborazioni per la pubblicazione.

 

Simona Bellone pres. caARTEiv - 31/07/2015

 

***

Vittorio nacque a Genova il 7 maggio 1900, dal Marchese Principe avvocato Carlo Centurione Scotto (1877-1958) e Luisa Cattaneo di Belforte (1881-1939) (Centurione Scotto furono discendenti dai Marchesi di Estepa (Spagna), famiglia nobiliare genovese che ebbe affari in Genova con Cristoforo Colombo). Visse nel Castello di Millesimo (SV) acquistato dal Marchese, quale residenza estiva dapprima, (risiedevano a Genova in Via Caffaro 12) e restaurato ai primi anni del '900 dall'architetto fiorentino Gino Coppedè (antico Monastero Medioevale ex proprietà dei Marchesi Del Carretto).

Il padre Carlo avvocato, fu deputato al Parlamento nella XXIV Legislatura del Regno, ed appassionato di cavalli, fece di Vittorio un ottimo cavallerizzo vincente in numerose gare. Era di bell'aspetto, alto, con occhi dorati, sorriso dolce, cordiale, volenteroso, di buone maniere: molto corteggiato sia in Val Bormida, che Genova e Varese, simboleggiando il bel principe azzurro nobile e ricco, un buon partito per le ragazze di tutti i tempi. Entrò all'Accademia Navale di Livorno a soli 13 anni ed ultimò gli studi in soli 3 anni in qualità di aspirante ufficiale di Marina e a soli 17 anni, per la sua grande passione per il volo, conseguì il brevetto di pilota a Taranto. Nel 1918 si distinse nella Grande Guerra ad Ancona nella 164a squadriglia, meritando una medaglia di bronzo al valor militare. Divenne in seguito capitano della 187a squadriglia a Muggiano (SP).

La sua vita in aviazione lo vide insieme a tanti valorosi piloti della Regia Aeronautica: divenne Capitano di volo di Umberto Maddalena e Di Francesco De Pinedo, pilota di Italo Balbo, sottosegretario al Governo di Benito Mussolini, Ministro dell'Aeronautica. Conseguì nel 1924 il primato di altezza per idrovolanti militari salendo fino a 4800 metri con un carico bellico di 500 kg, giunse secondo alla gara della Coppa Miraglia (1925 a Venezia), e al terzo posto della Coppa del Re (con M 18 nel 1921 a Napoli). Nel 1925 compì un eroico, avventuroso e fortunoso atterraggio con il Cant. 6, con i motori in blocco improvviso, salvando i passeggeri tutti incolumi, nei pressi di Manfredonia.

Da quello che ha diffuso Liala tramite i giornali solo dopo il 1948...

Trascorse circa 2 anni sereni ed intensi d'amore e passione per la scrittrice Liala, (Amalia Liana Negretti Odescalchi Cambiasi), che conobbe a Varese, dove aveva affittato una casa per poter allenarsi alle corse sugli idrovolanti: unione dapprima ostacolata, ma poi accettata dai nobili Centurione a Millesimo, che accolsero la decisione del figlio di unirsi ad una donna separata con una bambina. Una donna alta ma sottile, sempre con le unghie laccate, dalla folta chioma ondulata rossa appoggiata alle spalle, non bellissima, ma dallo sguardo e sorriso accattivante, molto colta, sicura e schietta nel parlare, con un'eleganza di movenze, simile a quella del Capitano: erano nobili tutti e due, educati al galateo in alta società. Lei stessa raccontò in seguito nei suoi romanzi d'amore, quei due anni indimenticabili con lui, il suo vero amore, soggiornando al Castello di Millesimo e seguendo le corse sugli idrovolanti sul lago di Varese. Si sarebbero potuti sposare al 28° anno di età del pilota Vittorio, secondo le regole dell'Aviazione, sempre se fosse stato annullato il precedente matrimonio di Liala con il Marchese Pompeo Cambiasi Tenente di Vascello della Regia Marina, di 17 anni più anziano di lei. Anche Vittorio avrebbe preso accordi con Italo Balbo per farla diventare cittadina ungherese ed ottenere il divorzio. 

Questi progetti però non ebbero a compiersi, dato che Vittorio, distintosi in acrobatici record con i suoi amati idrovolanti, fu scelto da Benito Mussolini per prender parte all'agognata Coppa Schneider del 1926 a Norkfolk, con il maggiore Mario De Bernardi, Capitano Arturo Ferrarin, Tenente Adriano Bacula, Capitano Guascone Guasconi. Gli allenamenti incominciarono il 18 luglio all'idroscalo di Schiranna. Il 21 settembre Vittorio iniziò il volo con il suo M39 sulle acque tranquille del lago di Varese in una giornata di sole, ma d'improvviso con una virata dall'inclinazione insufficiente, l'idrovolante si riversò sprofondando nelle acque alle 17:20. Non si seppe mai quanto accadde, se fu un difetto del velivolo da perfezionare, data la bravura eccellente del Capitano, o forse la sua esuberanza e contentezza per partecipare a tale corsa, a sottovalutare una manovra per lui più che sicura. Ma resta senza risposta un interrogativo: cosa disse il Maggiore De Bernardi poco prima in segreto all'orecchio del Capitano Vittorio, tanto da farlo scattare di corsa sull'idrovolante senza esitare un istante? In seguito, i motori vennero potenziati e fu messa a punto la carburazione, e fu proprio lui, De Bernardi, che in seguito a novembre in Virginia, vinse la famosa Coppa Schneider. Erano noto che il Maggiore non aveva coltivato un rapporto confidenziale con il resto dei piloti, che erano in soggezione con lui, mentre Vittorio, invece, nei ricordi di tutti gli amici e colleghi è ricordato con commozione, come un valoroso e cordiale pilota.

 

Già dal colloquio con il Duce, il Marchese Carlo ebbe forti dubbi per il pericolo che avrebbe corso il figlio con tali gare di velocità, ed in seguito crebbero in lui le premonizioni d'animo che lo fecero stare in pensiero. Fu proprio lui la sera della gara, ad avere un presagio nella notte inquieta e partì trafelato da Genova molto presto, prendendo di corsa il primo tram disponibile per raggiungere Varese, noncurante che il portiere che lo aveva guardato con sospettoso e preoccupante sguardo. Un operaio che aveva fatto dei lavori nel suo palazzo, lo riconobbe subito sul tram e gli mostrò con concitazione e sgomento il giornale che riportava a grandi titoli la morte del figlio durante l'allenamento a Varese: le comunicazioni a quei tempi erano molto difficili, e il Marchese soleva spostarsi spesso da Millesimo a Genova e viceversa, ma fu il cuore che lo avvisò della tragedia. Era tanto grande la disperazione che il Marchese non lasciò trasparire parole ed emozioni, incredulo dell'accaduto, chiuso in una timida e seria dignità di rango.

La marchesa Luisa, affranta e rammaricata, si reputò responsabile della morte prematura del figlio, perché a causa di suoi problemi patrimoniali, saltando il matrimonio di Vittorio nel 1924 con la contessina Vittoria Guerrieri Mirafiori (in seguito sposa al marchese Melchiorre Gromis Di Trana nel 1925), l'aviazione divenne per lui l'unico scopo della sua vita per dimenticare tale grande amore nobile perduto.

La sepoltura avvenne all'antica Cappella di S.Giacomo che apparteneva ai Centurione in Via Pillea a Genova Borzoli.

 

Sempre da quello che diffuse Liala tramite stampa dopo il 1948...

 

Nello stesso giorno ed ora della disgrazia, per fatalità, Liala ebbe un incidente di macchina. Soffrì per molti mesi prima di riprendersi dalla tragedia e riprese a scrivere, questa volta romanzi in cui il tema principale era l'aviazione e quell'amato amore ormai così irraggiungibile: scritti con l'innocenza e il vigore emotivo di una eterna fanciulla dell'alta società, priva di problemi sociali, fedele ad uno stile rosa primi '900 che rimase immutato nel tempo. Amalia Liana Negretti Odescalchi nacque il 31 marzo 1897 a Carate Lario, era figlia di un farmacista Tommaso Negretti che perse all'età di 2 anni, crescendo con la nobile madre insegnante Petronilla Picci: ai tempi del liceo era affezionata alla sua barca "Mia" in escursione sulle acque del lago di Como. Nella sua famiglia vi è anche un Papa Innocenzo XI (Benedetto Odescalchi), che fermò i turchi a Vienna nel 1683, e uno zio era l'ammiraglio Enrico Millo, amico di D'Annunzio, il quale fu insignito di medaglia d'oro al valor militare per la guerra italo-turca. Non continuò gli studi di farmacia intrapresi, perché nel 1919 andò sposa al Marchese Pompeo Cambiasi, Tenente di vascello della Regia Marina, Sovrintendente del Regio Teatro alla Scala per 25 anni, e con lui andò a vivere a Moneglia, nelle Cinque Terre. Iniziò a scrivere un articolo per il quotidiano genovese "Il Caffaro" raccontando un incidente tra le locomotive alla stazione di Moneglia. La direttrice del giornale, Willy Dias, le chiese di scrivere racconti rosa per il giornale, per le sue doti narrative brillanti. Nel 1929 vinse un concorso letterario indetto dal "Secolo XIX" con la novella "Il diavolo in idrovolante", ma la sua famosa carriera letteraria inizierà ufficialmente con il primo romanzo pubblicato da Mondadori "Signorsì" nel 1931. Nel 1924 appena avuta la prima figlia Primavera Ippolita, il matrimonio entrò in crisi e lei iniziò la relazione con Centurione Scotto: iniziò a viaggiare ripetutamente tra l’aeroporto di Sesto Calende e Moneglia, per vedere il suo bel Capitano che si allenava per la Coppa Schneider. Per tutta la vita, dopo la tragedia del 21 settembre 1926, Liala conservò sempre gelosamente le controspalline della divisa di Centurione, con le tre stellette, l’aquila e la corona, in una preziosa scatolina. D'Annunzio regalò a Liala “l'occhio dell'aviatore”, la spilla ferma cravatte che spettava a Centurione, aviatore tra i più meritevoli: creata da Mario Buccellati, intarsiata di perline con un piccolo zaffiro, occhio nel mezzo.

 

E continuano le argomentazioni diffuse da Liala a mezzo stampa dopo il 1948...

tranne un particolare che durò circa 18 anni...

 

Dopo la morte dell'amato Capitano Vittorio, stette male molti mesi dal dolore e, in seguito, la scrittura l'aiutò a superare il dramma. Il marito fu comprensivo e la riaccolse in casa, vendette la proprietà di Via Dazio con il parco ed andarono a vivere a Milano e nacque una seconda figlia nel 1929, Serenella. Liala ebbe una relazione con l'aviatore Pietro Sordi dal 1931 al 1948 circa: egli dovette lasciare l'aviazione perché era convivente con una donna sposata, dato che la Sacra Rota non concesse mai l'annullamento del matrimonio con Cambiasi. A Moneglia, Liala faceva sempre leggere all’amico Ammiraglio Boselli le sue novelle pubblicate sul "Caffaro" di Genova: fu lui che le suggerì di scrivere un romanzo per presentarlo ad un suo amico di Mondadori. Il racconto piacque anche se ancora incompleto e fu accompagnata al Vittoriale a Roma, da Arnoldo Mondatori per avere un parere sulle sue doti letterarie direttamente dal Poeta Gabriele D'Annunzio. Il Vate conquistato dal suo carattere deciso, spontaneo e a volte impertinente, nonché dalla sua abilità nello scrivere e conoscenza dell'aviazione, le scrisse una dedica sulla sua fotografia: “Liala, compagna di ali e d'insolenza!”

 

Da quel giorno il suo nome non fu più Liana, ma il nome d'arte Liala, con enorme successo fra il pubblico femminile internazionale, grato di vivere in un mondo rosa a lieto fine che fa sognare arditamente con dolcezza e garbo, in un mondo patinato, evanescente, pieno di sogni d'amore, di valorosi uomini, lontano dai problemi reali: la critica non fu sempre magnanima con lei, che incurante continuò con il suo stile "cotonato" vendendo 10 milioni di copie in tutto il mondo, senza pubblicità e senza tv. Il tema dell'aviazione è frequente in oltre 80 romanzi scritti nel corso della sua vita, e soprattutto in tre è chiaro il riferimento al suo idilliaco amore compianto Centurione: "Ombre di fiori sul mio cammino" (scritto nel 1926, ma pubblicato nel 1950), "Voci dal mio passato", "Diario Vagabondo". Era molto religiosa, in effetti compaiono nei suoi scritti personaggi di frati: si ispirò oltre che al suo compagno di Liceo Don Egidio Nessi che divenne sacerdote e monsignore al Duomo di Como e a Michele Todde, frate francescano, fu suo amico carissimo e padre spirituale per trentacinque anni (salvò molte vite di perseguitati ebrei tra il ‘43 e il ‘44, contribuendo a nasconderne almeno trecento nel convento francescano di Assisi).

 

Quello che Liala che disse Liala via mass media dopo il 1948...

ma di Sordi ne parlò solo Cappuccio nel suo libro del 1998

(osteggiato da Liala e figlie...) ...

 Nel periodo in cui frequentò, l'aviatore Pietro Sordi, decantato per bellezza e virtù da Italo Balbo, il tema letterario è l'aviazione: attinse chiaramente accurate fonti in materia di aeronautica dal convivente, ma è chiaro che dato che la storia è stata vissuta e finita, il pilota che ha ispirato la vena creativa di Liala è sempre stato il profilo idilliaco del bello e nobile Capitano Vittorio Centurione Scotto. È quella passione travolgente che, interrotta solo da un terribile ed inevitabile destino, è sempre quell'amore perfetto perduto ed irraggiungibile, che traspare nelle sue innumerevoli vorticose fantasie letterarie, con malinconica devozione per la vita che non hanno potuto vivere insieme. Nella prima produzione letteraria dedicata all'aviazione, argomento in voga in quegli anni monarchici, in cui era preponderante l'amor di Patria e il mito dell'uomo virile in divisa, lo scenario è dedicato al fantastico ambiente aristocratico e nobiliare, mentre dagli anni '50 Liala si rivolge alla gioventù femminile che si va modernizzando, con un'educazione sentimentale, in contrasto con la censura ecclesiale.

Rimasta sola, Liala scelse Varese dove conobbe l'amato Vittorio Centurione per costruire la sua Villa "La Cucciola" nel 1958 sulle alture nel quartiere dei Miogni, grazie ai suoi diritti d'autore per le vendite dei famosi romanzi rosa: fu progettata dall'architetto Turri, con arredi stile metà novecento, avvolta nel verde lontana dalla frenetica città. Nella sua attività letteraria, la figlia Primavera, appassionata per la musica lirica come Liala (studiò anche canto lirico), le fu sempre accanto ottima collaboratrice sia per i romanzi che per la corrispondenza delle numerose fans, rimasta anche lei sola perché il suo promesso sposo ed amato fidanzato perì giovane per malattia, mentre Serenella condusse una vita privata dedicata alla propria famiglia. La sua fedele domestica Tersilla, detta Tilla, accudisce la Cappella in marmo rosa a Velate (VA), dove Liala riposa dal 15 aprile del 1995, con una camicetta di lamè di Valentino con una gonna lunga color crema e le scarpette dorate, con le sue perle al collo e le foto del suo grande amore tra le mani. Lei cura sempre amorevolmente i fiori che le lettrici dei suoi romanzi le continuano a offrire costantemente, e cosparge la Cappella del profumo preferito di Liala, la "regina del romanzo rosa italiano": Detchema, di Revillon, un'essenza d'amore e di femminilità. Il giorno del funerale tutta l'Arma Aeronautica era sull'attenti nel giardino di "Villa Cucciola" di Liala e la figlia Primavera Cambiasi regalò “l'occhio dell'aviatore” di Vittorio Centurione Scotto al Generale Crespi. Nel corso dei festeggiamenti dei 50 anni dell'Arma, Primavera portò le controspalline della divisa di Centurione, con le tre stellette, l'aquila e la corona, al Generale Crespi, che commosso, baciò la scatolina.

Il 4 marzo 1977 ricevette la croce di Dama dell'ordine della Corona d'Italia da Umberto II, ultimo Re d'Italia in esilio.

Nel 2002 Varese ha reso omaggio a Liala dedicandole il grazioso giardinetto tra via del Cairo e via Robbioni, denominato ora Parco Liala.

Il Marchese Carlo Centurione Scotto nel 1927, per poter comunicare con l'amato figlio Vittorio perduto prematuramente, si recò a Londra per assistere alle sedute spiritiche con il medium americano George Valiantine, che proseguirono nel Castello di Millesimo sino al 1930. Non riuscì mai a comunicare con l'aldilà, ma il 29 luglio 1928 durante una seduta lievitò in alto e scomparve per riapparire ore più tardi dormiente nelle scuderie: un episodio toccante che sconvolse tutta la famiglia e i convenuti al Castello. Durarono tre anni queste capacità paranormali sperimentate dal padre di Vittorio per comunicare con il suo spirito. Furono anche anni molto dispendiosi che mandarono la famiglia in rovina, oltre che per le sedute spiritiche anche per voler mantenere le apparenze di un tenore di vita troppo alto. Avevano sempre pronta una carrozza "tiro a otto" sia che si recassero nel centro del borgo di Millesimo, sia a Genova a far visita a parenti ed amici. Il fratello di Vittorio, Giacomo, detto Mino, di sei anni più giovane, fu il primo a possedere in tutta la Val Bormida una moto Harley Davidson con il sidecar.

La Marchesa Luisa si recò a Roma a chiedere un prestito ad una cugina dei Principi Corsini, dato che il figlio più giovane Giacomo sarebbe dovuto unirsi in matrimonio, ma gli fu rifiutato. Anche il Re Vittorio Emanuele II non le concesse di rientrare con il credito di un prestito avvenuto in passato, dato che si stava prospettando l'imminente entrata in guerra: era il 1939 e Luisa Centurione fu trovata esanime in una camera d'albergo a Roma deceduta di crepacuore. Il Marchese non era un buon amministratore dei suoi beni, dato che invece di vendere il taglio degli alberi nei suoi possedimenti dei Ronchi di Osiglia (SV) per saldare un debito relativamente contenuto, lasciò che fossero pignorati il Castello e tutti i Terreni per un ammontare molto ridotto rispetto al valore degli stessi. L'asta fu imposta con celerità a causa anche di una richiesta di una signora di Varazze che voleva tutelare il futuro di un figlio nato da una relazione con il Marchese. È ormai leggenda che servivano subito i contanti, e il maggior offerente fu il suo fattore con una valigia piena di risparmi di un milione di lire, tutti in banconote da mille. I pomposi e costosi mobili andarono dispersi messi all'asta separatamente dall'immobile. Il Marchese in condizioni precarie sia fisicamente che moralmente, lasciò così definitivamente il suo amato Castello e il suo fastoso passato, e sposò la sarta della Marchesa Luisa: Teresa molto fedele, lo accudì fino alla morte. Era il 1958 e come per presagio, anche se il Castello ormai era da anni di proprietà dei signori Bruno, nello stesso giorno della sua morte, vide all'improvviso cadere la sagoma metallica di San Giorgio a cavallo dalla cima della Torre Coppedè. L'altro figlio Giacomo andò a lavorare alla Montedison, e purtroppo morì nel 1997 in Genova, l'anno stesso in cui fu presente all'ultima seduta spiritica presso l'abitazione dell'ingegnere Alfredo Ferraro, sempre ossessivamente per comunicare invano con il compianto fratello aviatore.

***

 

simona.bellone@gmail.com

In ricordo di Vittorio Centurione Scotto, sul lago di Varese, nel 2003 la "Piccola Coppa Schneider" viene intitolata a lui che perse la vita in queste acque nel 1926. Per commemorare i 100 anni di volo, viene rievocata questa grande competizione storica con una gara di idrovolanti leggeri (Coppa Schneider 1913-1939).

 

Purtroppo il Comune di Millesimo non ha mantenuto la promessa

di dedicargli un parco a Millesimo come da delibera del 1984...

e neanche in Genova fu realizzato l'aeroporto a lui dedicato

come scrisse la Regia Aeronautica

alla marchesa Luisa Cattaneo di Belforte nel 1938...

 

Questo libro spero che serva per mantenere le promesse

e far dedicare un luogo all'interno del Comune di Millesimo

a Vittorio e ai Centurione Scotto che per circa 40 anni

furono protagonisti a Millesimo.

 

 Medaglia di Bronzo 1918

"Pilota di idrovolanti, eseguì numerose sistematiche, lunghe esplorazioni senza scorta ed a tarda ora,

nonché alcune ricognizioni su territorio nemico dimostrando sempre zelo,

ed in varie circostanze critiche coraggio e calma lodevolissime."

"Storia di un primato. Dalla Coppa Schneider all'impresa di Agello" 1976 - di Valfredo Fradeani

 

Coppa Schneider

http://www.storiologia.it/aviazione2/schneider.htm

 

Frasi romanzate dedicate a Vittorio o a Sordi ?

 

"Immerso nell'azzurro che Lo chiamava

Infrantasi l'ala terrena

Risalì sull'ali dello spirito

Agli altissimi cieli"

Liala (Ombre di fiori sul mio cammino-1947)

 

"... C'è un ombra nell'ombra della finestra.

Non mi fa paura. Mi levo, pian piano. Mi avvicino.

L'ombra si muove, mi viene incontro. È alta: la riconosco:

è l'ombra cara e mai temuta del mio perduto amore.

Siedo nella poltrona: e come soleva fare nella sua vita,

il mio amore prende posto su un bracciolo."

Liala (Voci dal mio passato-1949)

 

"..quando vedo il lago dove si inabissò il tuo apparecchio,

io mi domando come poté essere che un uomo del tuo valore,

della tua abilità, della tua sicurezza,

si sia schiantato così, in acque chete, piene di sole.

Passa la mia vita in un ricordo, la vecchiaia porta i rimpianti a folate:

vorrei essere con te e vorrei essere qui, in attesa di te.

Guidami tu, così come mi hai guidata nella tua breve, splendida esistenza,

fatta di amore per me e per quella Italia che tutti insieme si amava, allora."

Liala (Diario Vagabondo-1976)

 

 Romanzi di Liala autobiografici dedicati al capitano Vittorio Centurione Scotto:

"Ombre di fiori sul mio cammino", "Voci dal mio passato", "Diario Vagabondo"

http://www.oocities.org/it/tutto_liala/vittorio2.htm

 

 Le sedute spiritiche avvenute nel Castello di Millesimo 1927-1930:

"I misteri del castello di Millesimo: un'incredibile storia vera di medianità" di A.Ferraro, MEB, 1997.

 

Intervista a Liala - RAI - 24/8/1976

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/

ContentItem-7f0503fe-88c6-45b7-a414

-7dec19dc5970.html

 

Acrilico su tela - 80X100 - Simona Bellone - 2002

Castello Centurione in Millesimo (SV) - Facciata con Torre Coppedè

(Angeli in cielo in ricordo sia dell'ex Monastero Medioevale

sia delle sedute spiritiche del Marchese Carlo Centurione 1927-1930)

 

 

***

 

Il libro sarà composto da due parti,

l'una romanzata e l'altra storica.

 

Riporterà approfondimenti

con documenti e foto storiche,

nonché analisi storica e psicologica

dei personaggi e degli eventi,

con una perplessità:

 

Amalia visse davvero

questa nobile passione

o è stata solo

un abile spunto letterario fantasioso

per la celebrità?

 

Videoclip coming soon...

 

***

Offresi collaborazione scenografica per un futuro film.

 

Location: Millesimo (SV), Genova, Moneglia (GE), Varese, Livorno, Ancona, Roma, Manfredonia (FG).

 

***

 

 simona.bellone@gmail.com

 

 Simona Bellone - pres. Ass. Culturale caARTEiv - Millesimo - SV

 

Produzione letterario-artistica di Simona Bellone:

 

Libri storici pubblicati:

"Riofreddo, una piccola Inghilterra nel cuore dell'Alta Val Bormida" (Murialdo - SV) - 300 anni di storia - ed.ne Le Stelle - 1998

*

"Genealogia Bellone" (2000 anni di storia con stemmi e diramazioni) - ed.ne caARTEiv - 2009

*

Libri letterari pubblicati:

"Poesie di un ventennio 1982-2002" - 425 poesie e aforismi e 4 racconti - Oceano ed.ni. - 2003

*

Cartoline storico-letterario-artistiche pubblicate:

"Riofreddo" (Murialdo - SV) - cofanetto da 37 con foto, dipinti, poesie, proverbi in dialetto - Ed.ne caARTEiv - 2004

*

"Velieri e poesie del marinaio" - velieri ad olio di Severino Gagliardo e poesie di Simona Bellone - ed.ne caARTEiv

I serie da 24 - 2008 * II serie da 30 - 2010

*

Articoli e recensioni su varie testate giornalistiche e pubblicazioni

*

Libri in preparazione di prossima pubblicazione:

"Val Bormida in versi colorati" - oltre 1000 opere artistiche dedicate ai 18 Comuni dell'ex Comunità Montana "Alta Val Bormida" e dintorni (SV - CN)

*

"Un grande amore con le ali" Omaggio al Capitano della Regia Aeronautica Marchese Vittorio Centurione Scotto e la scrittrice Liala - romanzo storico con foto e documenti storici

*

 

val bormida in versi colorati

 

 

Castello del Carretto - Millesimo -SV - Mostra 20-26/7/2015

 Vittorio Centurione ScottoVal BormidaGenealogia Bellone

VIDEO

FESTIVAL caARTEiv delle ARTI

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqz_DS6hOppA3y1tHD-fbNUh

Poetando Val Bormida dal 1998

www.youtube.com/playlist?list=PLxGVQi6jNqzIRR4mnSIoy3oBuuLJWsGD

Cara vecchia Cartolina

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqy-1-NQ2r3K4-MFALvIoQNp

Due passi nell'Arte con...

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqy0Bruht4Ixqwgl4WUKdb9U

Pausa caffè l'Autore

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqxfz-yOd2KKIzRYGRNgdWul

Arte in Onda - Parola D'Autore

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqw5EQMYU4nqaRDYkzDarHM3

Arte e Storia - Val Bormida

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqxHQFaBfffL4g4CDu17sbHk

Dialetto e Antichi Mestieri

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqzvfUtcS9WaOPdvLm3U0ECa

Culturando Informando Arte

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqwEW58vqO5kFphgHgNp7Xzh

Arte in creazione

www.youtube.com/playlist?list=PLxGVQi6jNqy4S7NJhCk1wuXSo9QnVJPR

Mostre Arte in Tour Collettive

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqynvb42RxlGoJPW9vyWI3-j

Omaggio ai Cantautori

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqxRpZvs9YCP0v7Z-40OsJca

Viaggio Poetico - Simona Bellone

www.youtube.com/playlist?list=PLxGV-Qi6jNqxwwSeyQCgq9wyLVo6bbdem

In Arte caARTEiv News Magazine

Giornalino Storico caARTEiv

Giornalino Storico Simona Bellone

Clicca sui titoli degli argomenti per visionare lo storico articoli NEWS ON caARTEiv

FROM mILLESIMO TO THE WORLD

MUSICA-ARTE-LETTERATURA -SPETTACOLO-STORIA-ATTUALITÀ-LIGURIA

 

 

 

 

   

 

Attendiamo iscrizioni al sito caarteiv, partecipazioni ai nostri concorsi letterari, mostre artistiche e concerti : FESTIVAL caARTEiv delle ARTI ! grazie e arrivederci a tuttI !

 www.caarteiv.it

 simona.bellone@gmail.com

 caarteiv.italia@gmail.com

 simona.bellone@tin.it

Giornalino Storico caARTEiv

 

Risultati Foto Articoli Concorsi

 

MURALE LETTERARIO

 

 

ALBO D'ORO Poesie Racconti Haiku

 

ALBO D'ORO LIBRI EDITI

 

CROCI Cavaliere e Memoria

simona.bellone@gmail.com - caarteiv.italia@gmail.com

Magazine caARTEiv on ISSUU:

Un giornale artistico, storico e culturale da sfogliare gratuitamente in digitale:

http://issuu.com/simonabellone/stacks/e228daf9db9c485caac9e134689b9491

 

Giornalino Storico Simona Bellone

Attendiamo iscrizioni al sito caarteiv, partecipazioni ai nostri concorsi letterari, mostre artistiche e concerti : FESTIVAL caARTEiv delle ARTI ! grazie e arrivederci a tuttI !